10 Piccoli aspiranti Presidenti

mercoledì, gennaio 28, 2015 0 Comments A+ A-



Dopo la #maratonaquirinarie di Mentana su la7, gli speciali di SkyTg24, le puntate di Porta a Porta, e chi più ne ha più ne metta, della elezione del presidente dello stato non se ne può più sentir parlare, però, ahime, ci tocca, dunque sarò breve.

​Le votazioni ancora non sono iniziate ma già qualche nome inizia a venir fuori, personalmente mi piace l'onorevole Martino Antonio(qui una simpatica intervista) ma dubito che verrà eletto, molto probabilmente sarà Mattarella, un democristiano a salire al trono di spade.

Per il momento sappiamo solo che qualche nome inizia a togliersi dalla lista, a cominciar dall'onorevole Lorenza Carlassare, proposta nella rosa dei 5stelle che si è ritirata spontaneamente, questo mi porta alla mente una macabra filastrocca molto famosa, e non escludo che la vicenda non possa finir cosi.

Dieci poveri negretti se ne andarono a mangiar:
uno fece indigestione, solo nove ne restar.
Nove poveri negretti fino a notte alta vegliar:
uno cadde addormentato, otto soli ne restar.
Otto poveri negretti se ne vanno a passeggiar:
uno, ahimè,è rimasto indietro, solo sette ne restar.
Sette poveri negretti legna andarono a spaccar:
un di lor s'infranse a mezzo, e sei soli ne restar.
I sei poveri negretti giocan con un alvear:
da una vespa uno fu punto, solo cinque ne restar.
Cinque poveri negretti un giudizio han da sbrigar:
un lo ferma il tribunale quattro soli ne restar.
Quattro poveri negretti salpan verso l'alto mar:
uno un granchio se lo prende, e tre soli ne restar.
I tre poveri negretti allo zoo vollero andar:
uno l'orso ne abbrancò, e due soli ne restar.
I due poveri negretti stanno al sole per un po':
un si fuse come cera e uno solo ne restò.
Solo, il povero negretto in un bosco se ne andò:
a un pino s'impiccò, e nessuno ne restò."
Tratto da "10 Piccoli Indiani" di Agatha Christie.