Nero o Bianco. Ecco perchè Trump ha vinto contro Hilary

giovedì, novembre 10, 2016 0 Comments A+ A-



Nero o Bianco. Basta grigio.
Questo, secondo me, è il vero grande messaggio delle elezioni presidenziali degli Stati Uniti d'America, che è arrivato più forte che mai.
La vittoria di Donald Trump non mi fa di certo esultare, non che tifassi Hilary sia chiaro, personalmente avrei preferito che si fossero sparati a vicenda, ma di certo è un fatto che ci dovrà far riflettere su molte cose.
La prima è sicuramente sul significato della sua vittoria. Trump è un conservatore, effettivamente bigotto, che è stato votato dalla maggioranza del popolo americano; in politica si sa che più le campagne elettorali sono duranture e insistenti, più alla fine le persone tendono a votare con la pancia che con la testa.
Si può dire quindi, che Trump non è stato votato perchè sia stato il candidato ideale alla carica di presidente degli stati uniti d'america, ma semplicemente perchè le persone non ne potevano più, della campagna elettorale in primis(basta vedere i dati sul numero dei votanti), e di una candidata, la Clinton, che anche se messa a confronto, promesse elettorali alla mano era la meno peggio, sarebbe stata anche quella che avrebbe assicurato il NON cambiamento, ed è stato questo che ha determinato la vera vittoria di Trump, lui la rottura con le politiche del passato l'ha promessa. Che poi voglia/possa mantenerla solo il tempo lo dirà.

Di certo, la conseguenza più importante per noi italiani ed europei sarà sicuramente la politica estera, questa infatti è uno degli ambiti in cui il presidente USA ha maggiore libertà di muovimento, rispetto ad altri temi dove deve passare anche per il congresso americano.
Qui si potrebbero fare analisi e proiezioni, ma credo che la cosa migliore sia aspettare e vedere cosa accadrà, è difficile prevederlo, in fondo Trump è una persona che fin dall'inizio della campagna elettorale ha dimostrato grande discontinuità nei suoi stessi discorsi.
Questa discontinuità spero che si possa vedere sopratutto sul tema del clima, di certo le dichiarazioni fatte in campagna elettorale contro l'accordo sul clima di Parigi, vista la sua convinzione che il riscaldamento globale sia opera di fanatici, non mi fanno saltare di goia.
Alternative non ne abbiamo, se non sperare che i motori a curvatura di star trek siano presto realtà oltre che fantascienza.
Chi vivrà, vedrà!

Lunga vita e prosperità.